Essere Vincent Price

Dal teatro shakespeariano all’esordio per il grande schermo sul finire degli anni Trenta con la commedia hollywoodiana Servizio di lusso. Dalla lunga esperienza come caratterista in celeberrimi noir e drammi (Bernadette, Vertigine, Il castello di Dragonwick) a interprete riconosciuto e prediletto dell’horror (La maschera di cera, L’esperimento del dottor K., I vivi e i morti). Da icona incontrastata del cinema del terrore a fantasma dell’immaginario (L’abominevole dottor Phibes, Oscar insanguinato, Edward mani di forbice). Vincent Price è stato un interprete raffinato e camaleontico che ha osato sperimentare infinite maschere e travestimenti, regalando film e collaborazioni irripetibili come quelle con Roger Corman e Robert Fuest, portando sullo schermo le ombre del reale, i trasalimenti dell’anima, gli sgomenti esistenziali e i fantasmi di un mondo inquietante che il cinema e l’arte hanno contribuito a smascherare.

Roberto Lasagna, saggista e critico, ha scritto monografie e saggi sul cinema americano degli anni Novanta, il cinema e il nazismo, Martin Scorsese, Stanley Kubrick, Michael Cimino, Al Pacino, Walt Disney, Russ Meyer, Dario Argento, Wim Wenders, Steven Spielberg, Lars Von Trier

Informazioni aggiuntive