Eleonora Giorgi – Nei panni di un’altra

Un’infanzia felice, trascorsa nei bei quartieri di Roma, circondata dagli affetti di una famiglia numerosa, viene bruscamente interrotta quando il padre lascia la madre per un’altra donna. Improvvisamente Eleonora si trova confrontata con una realtà ben diversa dai suoi sogni infantili. Giovanissima esce di casa e si mantiene agli studi. Esordisce nel cinema per caso a 19 anni e la sua bellezza statuaria, accompagnata da tanta ingenuità giovanile, trasformano l’attrice, suo malgrado, nel sex symbol più famoso del cinema italiano di allora. Sono gli anni ’70 a Roma: Eleonora, in bilico tra i riflettori del successo e una inaspettata solitudine, tra la scoperta dell’amore e il dolore della perdita, scivola progressivamente in una vita hippy e sregolata. Poi l’incontro salvifico e l’amore con l’editore Angelo Rizzoli. Con lui condivide un intenso percorso affettivo allietato dalla nascita di un figlio – e professionale, culminato col David di Donatello nel 1982, funestato però da una martellante e aggressiva campagna stampa. Eleonora ne capirà i motivi solo il giorno dell’arresto di suo marito. È il 18 febbraio 1983, e tutto precipita. Lo scandalo P2 la trascina in una lacerante vicenda economico-giudiziaria.

Informazioni aggiuntive