Mia vita a briglie sciolte, La

 «Tra film, documentari, articoli su giornali e riviste dovresti esserci abituato ad andare in pasto alla gente»
«Mai successo con un libro. Questo, per giunta, parla di me, qua ci siamo solo io, me e Luc, la faccia ce la metto tutta, nei film c’è pur sempre un personaggio che ti fa da maschera»
«Ma qui si va fino in fondo, vero Luc?»
«Vero»
Luc Merenda è stato uno dei commissari più amati del cinema poliziesco italiano degli anni ’70. A differenza di altri “commissari di ferro”, però, non è rimasto intrappolato nel personaggio e ha continuato la sua carriera nel cinema fino alla fine degli anni ’80 frequentando con disinvoltura qualsiasi personaggio in qualsiasi genere gli venisse proposto, dal western alla commedia, dal dramma erotico al giallo. Ex modello, con una fisicità adeguata e una simpatia naturale, Luc non ha mai avuto nessun problema con nessun ruolo.

A cura di Marina Crescenti

Prefazione di Davide Pulici

Con 16 pagine di foto dall’archivio personale di Luc Merenda
Copertina cartonata, con sovraccoperta

I protagonisti – 256 pagine – ISBN 9788890898662

Informazioni aggiuntive