Cinema di Pietro Germi, Il

Questo volume raccoglie gli atti di due convegni che nel 2014 hanno reso omaggio a Pietro Germi in occasione del centenario della sua nascita e che si sono svolti al Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale di Roma e all’Università degli Studi di Genova. I luoghi non sono casuali: Genova è la città natale del regista, Roma quella in cui presto si trasferisce per seguire i corsi al Centro Sperimentale e in cui si svolgerà gran parte della sua attività di regista, attore e sceneggiatore cinematografico. A rileggere per l’occasione l’opera di Germi in alcuni snodi fondamentali del cinema italiano del dopoguerra sono studiosi di almeno tre generazioni diverse, che senza trascurare le poetiche e lo stile dell’autore affrontano con le metodologie più aggiornate la sua relazione con il contesto dell’epoca. Film ormai classici come In nome della Legge (1949), Il ferroviere (1956), Un maledetto imbroglio (1959), Divorzio all’italiana (1961), Sedotta e abbandonata (1964), Signore & Signori (1966) assumono così un nuovo spessore, riletti in prospettive inedite, e Germi si rivela un regista che ha ancora molte cose da dirci sul nostro cinema, sul nostro passato e sul nostro presente.

Pagine 304, Grande formato, illustrato