Alien. Misteri, inquietudini e segreti del film cult di Ridley Scott

Il 25 maggio 1979 esce nelle sale americane “Alien” di Ridley Scott. L’apparizione dello “xenomorfo” cambia le regole del gioco mescolando la fantascienza con l’horror. Nel 1977 il successo al botteghino di “Star Wars” spinge la Fox a cercare un altro titolo che replichi le interminabili code davanti ai cinema di appassionati che vogliono immergersi in avventure tra le galassie. Nasce “Alien”: è il frutto della sceneggiatura di Dan O’Bannon, giovane scrittore che cerca la svolta nel cinema, e degli incubi e delle visioni di H.R. Giger, artista che immagina l’alieno partendo dagli scritti di Lovecraft, ma anche dell’ossessione estetica di Ridley Scott, al suo secondo film. Nel mezzo, suggestioni dai romanzi di Conrad e dalla rivista a fumetti «Métal Hurlant». “Alien” costa 11 milioni di dollari e ne incassa 78 solo negli Stati Uniti. E questo è soltanto l’inizio di una saga che continua ancora oggi. L’ultimo lungometraggio, “Alien: Covenant”, nel 2017 ha portato a casa 240 milioni di dollari in tutto il mondo. A quarant’anni dall’uscita nelle sale del primo film, un viaggio alla scoperta della storia e della fortuna di “Alien”, dalla sua ideazione fino al successo e alla consacrazione a icona cinematografica, entrata nell’immaginario comune.

110 pagine A COLORI

Informazioni aggiuntive