Vendetta di Ercole, La

La cattura di Cerbero, il mostruoso cane a tre teste, è costata ad Ercole la maledizione degli dei, che gli hanno rivolto un monito minaccioso: “Guai a tuo figlio se metterà piede in casa di Re”. Dieci anni più tardi, Illo, figlio di Ercole, s’innamora di Thea, figlia di Eurito, re di Ecalia; ma Ercole, memore dell’antica maledizione, è contrario all’amore del figlio. Eurito, che odia Ercole, perché lo considera l’unico ostacolo che s’opponga al suo proposito di conquistare la ricca Tebe, pensa di approfittare della situazione per disfarsi del suo nemico. D’accordo col suo bieco consigliere, Tindaro, stabilisce di servirsi della schiava Alcinoe per dare attuazione al suo piano. Istruita da lui, Alcinoe avvicina Illo, al quale dà ad intendere che Ercole contrasta il suo amore per Thea perché ne è egli stesso innamorato. In un secondo tempo Eurito consegna ad Alcinoe una fiala contenente un potente veleno: la schiava dovrà darla ad Illo, dicendogli di trattarsi di un filtro magico che farà cessare l’amore di Ercole per Thea. Alcinoe, che nel frattempo ha conosciuto Ercole, non si sente di continuare nell’inganno e decide di rivelare ad Illo la verità; ma le spie che Eurito le ha messo alle calcagna, le impediscono di farlo e tentano di catturare Illo. Come li salverà Ercole? La sua furia sta per esplodere…

Informazioni aggiuntive