Clan degli uomini violenti, Il

Augusto Maroilleur, ricco proprietario terriero, dirige con pugno di ferro la sua famiglia e la sua attività. Suo nipote Henri, barman a bordo di un transatlantico, fa parte di una rete di trafficanti di droga. Per caso Augusto scopre un nascondiglio dove Henri ha nascosto una partita consistente di eroina e la distrugge senza nessuna esitazione. La banda dei trafficanti reagisce immediatamente incendiando un capannone di fieno, facendo strage del bestiame e violentando sua nipote. Auguste non è uomo da lasciarsi intimidire e fa di tutto per mantenere calma la famiglia perché non ceda alle pressioni e alle minacce e perché rinunci coinvolgere la gendarmeria. La guerra però è ormai scatenata.

Informazioni aggiuntive