Ritornano quelli di… Calibro 35 (2 LP 180 gr. gatefold + 3 inediti!)

 50,00

Esaurito

Avvisami quando sarà disponibile
Collezionismo

Tracce:

LATO A:
01. Eurocrime!
02. La Morte Accarezza A Mezzanotte

03. L’Esecutore

04. Svolta sul caso d’amaro

LATO B:
01. Milano Odia La Polizia Non Puo’ Sparare.
02. Si Dicono Tante Cose…

03. Il Ritorno Della Banda – Parte I

04. Il Ritorno Della Banda – Parte II

LATO C:
01. Milano – New York solo andata
02. Sospesi nel traffico
03. Gentil Sesso e Brutali Delitti
04. Il Consigliori

LATO D:

01. Piombo in bocca
02. Cinque Bambole Per La Luna D’Agosto
03. Convergere in Giambellino
04. I milanesi ammazzano il sabato

Con questo disco Calibro 35 cessa di essere solo un progetto e diventa una vera propria band, in seguito ad una maturazione e ad una intensissima attività su vari fronti, avvenuta nel corsi di questi due anni. A differenza del fortunatissimo primo capitolo, il nuovo album è costituito in gran parte da temi originali scritti dalla band, seppure sia sempre presente la riproposizione di classici del passato, spesso scarnificati rispetto agli arrangiamenti sontuosi degli originali. La band riesce a rendere l’insieme estremamente potente ma omogeneo, tanto che diventa difficile distinguere originali e pezzi storici senza gettare un occhio al booklet.
I brani storici sono cinque, su una scaletta di tredici pezzi, di cui quattro sono tratti da colonne sonore di film del passato, e sono: ‘Cinque Bambole per La Luna di Agosto’ di Piero Umiliani (dal giallo del 1970 di Mario Bava con William Berger, Ira von Fürstenberg, Edwige Fenech), ‘La Morte Accarezza Mezzanotte’ di Gianni Ferrio (tratto dal giallo-thriller 1972, regia di Luciano Ercoli), ‘Il Consigliori’ di Riz Ortolani (il film è un poliziesco del 1973 di Alberto De Martino con Martin Balsam e Tomas Milian), ‘Milano Odia’ di Ennio Morricone (doveroso omaggio al maestro Lenzi che fece questo poliziesco nel 1974, con Tomas Milian e Henry Silva), mentre ‘SweetBeat’ di Stefano Torossi è un brano di library del 1979.
L’artwork della copertina del nuovo disco è stato realizzato dal grande illustratore Giuliano Nistri, che ha lavorato per locandine di maestri quali Antonioni, Fellini, De Sica, Rosi, Kurosawa, Petri, Scola, Kubrick e molti altri.

Informazioni aggiuntive