Alieni in mostra presenta: Contaminations! Alieni anni 80

13/06/2018, WOW Spazio fumetto (Milano)

13 giugno ore 21:

Nell’ambito dell’esposizione ALIENI IN MOSTRA
Bloodbuster e WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milanopresentano una serata dedicata agli alieni tricolore degli anni 80

Ore 21,00: Daniele Magni presenta il suo volume
“Contaminations – Il fantacinema italiano degli anni 80” (Bloodbuster edizioni)
a seguire proiezione del film
Contamination (Luigi Cozzi, 1980)

WOW spazio fumetto
viale Campania, 12 Milano
INGRESSO GRATUITO
***************************************************************************
CONTAMINATIONS – IL FANTACINEMA ITALIANO DEGLI ANNI 80
(Daniele Magni, Bloodbuster edizioni)
Negli anni Ottanta la cinematografia di genere in Italia riesce a trovare una nuova via di sviluppo, individuando nella CONTAMINAZIONE la ricetta per la produzione di nuove pellicole. Il cinema fantastico italiano diventa allora una sorta di cinema/collage, in cui elementi presi dai grandi successi esteri del periodo vengono mixati più o meno (meno, soprattutto…) brillantemente, creando curiosi ibridi: rambi vengono inseriti in ambienti postatomici, Alien sbarca sulla terra creando apocalittici scenari alla George Romero, i guerrieri della notte si ritrovano nella futuribile New York carpenteriana di Jena Plissken, Conan incontra Mad Max, in un gioco di ricalchi e scopiazzature frullate e somministrate a velocità allucinante.
L’ultimo, a suo modo coraggioso, periodo di vita del cinema di genere in Italia. Un periodo che, tutto sommato, ricordiamo con grande piacere e a cui ci sembra doveroso rendere tributo.

CONTAMINATION
(Luigi Cozzi, 1980)
Nelle acque antistanti il porto di new York viene rinvenuta un’imbarcazione alla deriva il cui equipaggio è stato orribilmente massacrato. Accanto ai corpi smembrati si trovano dei misteriosi baccelli verdi: sono una sorta di “uova spaziali” che, giunte a maturazione, deflagrano contagiando con le loro spore liquide quanti si trovino nelle vicinanze, provocando poi nelle vittime raccapriccianti esplosioni interne.
Stella Holmes (Louise Marleau), a capo di una squadra di agenti segreti, scopre che i baccelli sono da mettere in relazione con una spedizione spaziale di qualche tempo prima, composta di due astronauti, uno dei quali misteriosamente scomparso. Con l’aiuto dell’esploratore spaziale superstite (Ian McCulloch), la donna scoprirà che il “desaparecido”, controllato telepaticamente da un mostruoso alieno (che produce i letali baccelli), è rifugiato in Colombia, dove è a capo di un’organizzazione che mira alla conquista del mondo